Il fallitissimo fantasma dei due quarti.

Passo un quarto del mio tempo a pensare al significato profondo degli avvenimenti che si sono manifestati nei restanti tre quarti. Questo quando ci riesco almeno. Quando non ci riesco, invece, l’unico motivo è che nei tre quarti attivi del mio tempo accade qualcosa di estremamente notevole.

L’altro giorno ad esempio, mi trovavo nel secondo quarto dei tre. Ero su di un autobus. Avevo la musica così alta nelle cuffie che nemmeno riuscivo ad ascoltare i miei pensieri. Di mattina, questi, sanno essere davvero cattivi. Proprio per questo li annego in note che mi porto dietro da quando avevo un walkman a cassette. Suonava BitterSweetSimphony, dei The Verve. Osservo la ragazza al mio fianco, le vedo muovere le labbra. Mi attacco al pulsante del volume e cerco di zittire i Verve per qualche secondo. Lei ha smesso di parlare. Alzo il punto di osservazione. Ha dei grossi occhiali neri che non le nascondono completamente il viso. Ha gli occhi chiusi.

Dormiva e parlava nel sonno. Chiaro.

D’un tratto mi accorgo di essere in una zona franca. Sono un fantasma. Nessuno può sapere che lo sto ascoltando perchè pensano tutti che ho la musica nelle orecchie.

Decido di sfruttare questo dono del caso. Comincio ad avvertire l’eco delle conversazioni.

Al mio cervello arriva un mix, un cocktail di opinioni e di storie che lui, sapientemente riesce ad isolare ed analizzare singolarmente.

 

“Ho il brutto vizio di mangiarmi le unghie, non trovi che siano orribili per ora?” dice una vocina stridula alle mie spalle rivolgendosi ad un’altra vocina stridula che le risponde “Avevi delle unghie meravigliose! Quanto ho invidiato la forma che avevano! Erano perfette!”

 

Decido di scartare e andare oltre.

 

“…l’hai visto ora con quei capelli bianchi?” dice qualcuna. “Si quasi non lo riconoscevo! Io non potevo mai immaginarmelo che si tingeva i capelli. Adesso così di colpo ha smesso, ma perchè?”

“Magari era allergico…” “E se n’è accorto solo ora? Non credo, forse si è solo stancato di farlo e basta.”

 

Scarto anche questa. Due su due, non stiamo andando benissimo.

 

“…odio che la gente parli di cose che non conosce. Ok! Siamo un paesino, però perchè avrei dovuto continuare a stare con il mio ragazzo se non funzionava più? Solo perchè ormai era da tanto che stavamo assieme? E questo mi impedisce di rifarmi una vita?”…

 

Questo di sicuro l’aveva scartato anche la ragazza a cui era rivolta originariamente la discussione. Quasi sento sul collo lo spostamento d’aria dovuto al suo annuire accondiscendente. Non sento alcuna risposta.

 

Credo che il mio esperimento da fantasma stia prendendo la piega sbagliata. Riproviamo.

 

“…dovremmo andarci domani! Oggi sono a lavoro, torno tardi! Perchè? Mi vieni a prendere?”

 

Non voglio continuare ad analizzare questa telefonata del tizio davanti a me.

 

Sento bassissimo nelle mie orecchie che bittersweetsimphony è in conclusione.

 

Parte una canzone che non riconosco. Cinque secondi e non la riconosco. Dieci secondi e non la riconosco. Dodici secondi e la riconosco. È una bella canzone. È il perfetto sottofondo melodico del mio fallitissimo esperimento di uomo fantasma.

 

Di sfuggita vedo che le labbra della mia compagna di viaggio dormiente si muovono di nuovo. Leggo su di loro “Alza il volume…questa è bella”.

Lo prendo come un segno. Alzo il volume e mi violento i timpani. Lo alzo così tanto che la ragazza occhialuta si sveglia. Mi guarda con due occhi rossissimi. Prende il telefonino. Guarda l’ora. Le rubo l’orario. Mi accorgo che sono appena entrato nel terzo quarto. Abbasso il volume. Cambio canzone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...